Devi vendere casa tua per poi acquistarne un’altra?
 
E’ una situazione più comune di quello che pensi ma come devi fare per non commettere l’errore di Mario e Paola?
 
Mario e Paola sono marito e moglie ai quali sono cambiate le esigenze ed hanno bisogno di acquistare una casa più grande e quindi hanno la necessità di vendere il loro appartamentino a Fiumicino.
Inizialmente, come spesso fa chi ha la loro stessa esigenza, iniziano a visionare qualche appartamento in vendita con una camera in più rispetto al loro, trovandone anche uno che gli piaceva molto ma poi si rendono conto che se non avessero prima venduto, non avrebbero potuto acquistare.
Capito questo, hanno iniziato a vendere il loro.
Hanno contattato l’agenzia immobiliare più vicina a casa per dargli il mandato di vendita, senza però chiedere alcuna referenza o quale piano marketing avrebbero messo in atto.
 
Così iniziano le prime visite di potenziali acquirenti ed, a un certo punto, arriva Franco.
Franco si innamora di casa loro e fanno subito un preliminare di compravendita così Mario e Paola incassano la caparra, essendo giustamente convinti di aver venduto casa.
Però … c’è un però, Franco a sua volta deve vendere il suo appartamento, ed il suo acquirente, dopo un po di giorni, gli fa presente che sta avendo delle difficoltà per l’ottenimento del mutuo che aveva richiesto.
A questo punto, lui si trova nella condizione di essersi impegnato ad acquistare casa di Mario e Paola avendogli anche consegnato una caparra ma non avendo più la certezza di poterla saldare.
A loro volta Mario e Paola, hanno incassato la caparra, ma non hanno più la certezza di incassare il saldo e quindi non sono più in condizione di acquistare un’altra casa.
 
In più avendo sottoscritto il preliminare con Franco, non possono neanche vendere casa a qualcun altro, almeno fino a quando non scade la data prevista per il rogito notarile e Franco sarà dichiarato inadempiente.
Insomma una bella patata bollente!
Il tutto è nato dal fatto che l’agente immobiliare, ha fatto comprare a Franco la casa di Mario e Paola, senza aver verificato con certezza che avesse effettivamente venduto prima il suo appartamento, facendo si che si creasse una situazione doppiamente problematica.
Mario e Paola si trovano nell’incertezza di avere o meno venduto casa, senza avere la possibilità di comprarne un’altra ma con la possibilità che, prima della scadenza prevista del rogito notarile, Franco riesca a vendere la sua, potendo acquistare a quel punto la loro che, in 10 giorni dovranno lasciare casa!
 
Mentre se Franco non dovesse riuscire a vendere la sua, sarebbero in forte disagio avendo ormai l’urgenza di dover cambiare casa.
La problematica ricade anche su Franco che, consigliato dall’agente immobiliare (divenuto ormai una primula rossa), lo ha fatto impegnare all’acquisto dicendogli “tanto al tuo acquirente il mutuo lo danno sicuramente”
Si, lo so che tu dirai: “non penso proprio che a me capiterà un acquirente così approssimativo!”
Purtroppo per te queste situazioni, capitano sempre più spesso rispetto alla fase ormai passata di mercato quando le banche davano i mutui praticamente a tutti, ora le cose si sono invertite complicandosi e non essendo più così scontate.
Il momento di una compravendita, deve essere vissuto con serenità ed entusiasmo, facendo in modo da evitare situazioni stressanti per entrambe le parti e per far si che accada, l’acquirente non deve mai impegnarsi a comprare una casa qualora non abbia la certezza di avere venduto la propria se quei soldi servono per pagare la nuova casa!
Per te che vendi casa: Assicurati che il tuo acquirente sia veramente nella condizione di poter comprare la tua casa, se serve, facendoti anche visionare il preliminare con cui lui ha venduto e controllando che non ci siano condizioni sospensive o altre sorprese, come nel caso di Franco!

Inoltre ti devi creare una strategia d’uscita!
Che cosa è la strategia d’uscita? E’ il famoso piano “B”
Devi stare nella condizione che in caso accada un imprevisto, tu rimanga in una posizione che ti limiti al massimo i disagi.
Nel caso di Mario e Paola, sarebbe stato sicuramente meglio per loro, che avessero inserito nel preliminare per esempio, che la convocazione al rogito notarile sarebbe dovuta avvenire con un preavviso di almeno 40 giorni.
Ed è proprio per evitare queste problematiche che io mi attivo, prima ancora di iniziare la vendita di una casa, con un piano d’azione che indichi in modo specifico e personalizzato uno studio di fattibilità ed un programma di azioni da intraprendere per effettuare una vendita sicura.

Le problematiche in una compravendita, senza ombra di dubbio, possono presentarsi e sicuramente vanno risolte ma la cosa più sensata da fare, è prevenirle e per far ciò, bisogna già conoscere quali potrebbero essere.
Purtroppo, a volte, non avendo nessuna conoscenza approfondita del mondo immobiliare, ci si ritrova a dover rincorrere, spesso anche in maniera affannosa, il problema quando viene a galla e quando il danno ormai è già fatto.
Ma d’altronde tu farai tutt’altro nella vita che vendere case a Fiumicino e quindi quanta esperienza hai avuto?
Probabilmente la stessa della maggior parte delle persone, poca.
E’ come se a me chiedessero, quanti interventi cardio chirurgici sei riuscito a fare oggi?

Il problema è che molte agenzie immobiliari di Fiumicino, non hanno grandi esperienze di vendita professionale, primo perché i volumi di vendita, con i metodi ormai superati, sono ridotti e secondo perché non hanno un vero strumento di vendita e uno specifico piano marketing moderno e dinamico implementato dall’MLS.

Ed è proprio per questo, che nel momento in cui deciderai a quale agenzia immobiliare affidare la vendita della tua casa a Fiumicino, ti consiglio di individuarne una che sia specializzata nella vendita professionale.

Se preferisci puoi richiedere ora la tua consulenza gratuita e senza impegno per vendere casa a Fiumicino inviando un sms o un messaggio Whatsapp al 3807569912 indicando il nome, cognome e l’indirizzo completo dove si trova l’immobile per cui chiedi la consulenza e sarai contattato entro 24 ore.

 

ivan millucci

Accetta la Privacy Policy: Normativa UE 679/201

Accetta la Privacy Policy: Normativa UE 679/201

it_IT
it_IT